Progetto SCRIGNO REC

di Associazione "Attilio Romanini"

La raccolta fondi è conclusa

OBIETTIVO RACCOLTA: I bambini in cura presso il Gemelli ART, il Reparto di Radioterapia della Fondazione Policlinico Gemelli, a causa di lunghi periodi di ospedalizzazione si trovano a vivere lontani dai loro amici e dagli affetti. In cosa consiste il Progetto "SCRIGNO R.E.C."? Questi ragazzi avranno a disposizione una stanza e la tecnologia per portare avanti il proprio sogno (SCRIGNO) e Registrare, Elaborare e Condividere (R.E.C.) con gli altri la propria esperienza. Uno spazio che raccoglie il valore della storia di ciascuno, dove i bambini usano la tecnologia per comprendere meglio e raccontare il loro viaggio in Radioterapia, condividendo la propria storia a chi li attende fuori dall’ospedale.

80

Raccolti

20.000

Obiettivo

0% Raggiunti

2 Donatori

-41 Giorni rimasti

Un progetto multimediale in Radioterapia dedicato

ai Piccoli Pazienti del Gemelli ART 


“La tecnologia al servizio della conoscenza, la conoscenza al servizio del paziente” è la mission di Gemelli Art (Advanced Radiation Therapy), centro di assistenza dell’Area di Radioterapia Oncologica del Dipartimento Diagnostica per immagini, Radioterapia, Oncologia ed Ematologia, nel quale si realizza il connubio ideale tra arte, tecnologia e assistenza finalizzata a “dare sollievo” ai pazienti oncologici che si trovano ad affrontare una fase difficile della loro vita.

Cos'è Lo Scrigno R.E.C.?

Un luogo che raccoglie il valore della storia di ciascuno, uno spazio in cui bambini e ragazzi usano la tecnologia per comprendere meglio, dare senso e raccontare il loro viaggio della Radioterapia, raccontare la propria storia e testimonianza a chi li attende fuori dall’ospedale.  

  • uno STRUMENTO per facilitare il percorso in Radioterapia di bambini e ragazzi riducendo la necessità di anestesie e aumentando la compliance al trattamento
  • una POSSIBILITÀ di  osservare la propria esperienza e di affrontare insieme anche i vissuti più difficili, come la paura
  • una OCCASIONE di relazione, incontro e interazione con il personale dedicato e gli strumenti di cura
  • una NARRAZIONE in cui il paziente è protagonista e anche la famiglia può avere un ruolo sempre più attivo
  • una OPPORTUNITÀ di conservare per sempre memorie e momenti preziosi, anche se all’apparenza difficili

Lo strumento della narrazione in medicina può trasformarsi, quindi, oltre che in uno strumento dal grande valore clinico, una occasione di relazione, incontro, memoria e cura.


Lo Scrigno R.E.C., avvalendosi dell’avanzata tecnologia, permetterà ai piccoli pazienti oncologici che affrontano la Radioterapia di Registrare, Elaborare e Condividere con gli altri la propria esperienza.

I nostri bambini e ragazzi, a causa di lunghi periodi di ospedalizzazione si trovano a vivere lontani dai loro amici e da alcuni affetti, esprimendo nostalgia, desiderio e necessità di contatti con l’esterno.

“Lo Scrigno R.E.C.” è pensato all’interno dell’area progettuale dedicata ai bambini, una categoria speciale di pazienti, e segue alla realizzazione di due precedenti progetti:

  • “Acquarius”: la sala di terapia dei pazienti pediatrici è stata trasformata in un grandissimo ambiente marino che accoglie e accompagna i bambini riducendone gli eventuali vissuti di paura e di disagio e aumentando la collaborazione del piccolo a vantaggio dell’efficacia della terapia stessa.  
  • “Lo Scrigno dei Sogni”: al termine della terapia ogni bambino riceve il dono da lui scelto e lascia in custodia messaggi e  testimonianze.